waiting for the pain of sound and vision

Attenzione. Attenzione.

(locandina bellissima, peraltro)

Lunedì 17 maggio, per quanto mi è stato fatto intendere ieri pomeriggio, John Zorn (qui ci va il grassetto, di solito) si esibirà con la sua Electric Masada all’Arena del Sole di Bologna, al 44 di via Indipendenza, nell’ambito (si dice così, nei comunicati) di una retrospettiva godardiana curata dalla cineteca felsinea (non si ripete, diceva la maestra). In sostanza, il buon Zorn, il buon Ribot, la buona Mori e tutti gli altri che non conosco, ma che non dubito siano buonissimi, accompagneranno dal vivo una serie di cortometraggi di diversi registi: fra questi c’è uno spot per la Nike girato dallo stesso Jean-Luc Godard (probabilmente si troverà in rete, ma mi autoimpongo di non guardarlo). Sto già morendo dalla voglia di sbadigliare.
Mi pare di capire che non si paghi una cippa (si dice così, nei comunicati), e questo perché in mezzo all’Emilia vige il socialismo reale, ah! il socialismo reale.
Chi non viene è socialdemocratico.

(grazie a Matteo per la segnalazione)

Annunci

Informazioni su pucci

no, non ho detto noglia.
Questa voce è stata pubblicata in concerti noiosi, Emilia paranoise, gli appuntamenti cinematografici di musica noiosa, socialismo reale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a waiting for the pain of sound and vision

  1. Anonymous ha detto:

    dev'essere proprio una gran rottura di cazzi sta roba!!

  2. riccardone ha detto:

    che bello se costa poco!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...