il mio karma che brucia costruendo un sacrario

domani sera al bloom di mezzago, paese che vorrei definire ridente se la parola ridente non facesse parte di quella serie di vocaboli-cliché per descrivere gli agglomerati urbani tra i dieci ed i diecimila abitanti sebbene in fin dei conti non ci sia mai un cazzo da ridere, suonano gli shrinebuilder che come ben sapete, o forse no, nell’immaginario collettivo rappresentano l’all star game della musica di satana. la delegazione di musicanoiosa nella persona di me si presenterà garrula a questo happening che ci era stato negato la scorsa primavera a causa del celebre caso del vulcano islandese hyshhjkhhykwkjkjwjkwhkwjhwkjhkjwywjk, ma mentre ci avviciniamo all’evento un sottile dubbio si insinua nelle nostre menti inaridite: le sere precedenti l’opening act erano i karma to burn. domani sera i karma to burn suonano al latte +, a brescia. ora, nonostante ci stia lavorando da qualche mese con risultati sorprendenti, non padroneggio ancora nè il teletrasporto nè il dono dell’ubiquità: al di là del fatto di indispettirmi notevolmente, immagino che, ragionando come questo mondo del terzo millennio votato al profitto ci costringe a fare, a livello di puro marketing e logica commerciale non sia esattamente una mossa memorabile, visto che suppongo che le due proposte pur non esattamente sovrapponibili attingano a grandi linee allo stesso bacino di utenza, ovvero a poveracci perditempo come il sottoscritto. resta il fatto che io di economia e marketing non capisco un cazzo come della maggior parte delle altre cose della vita, quindi potrebbe arrivare il primo imbecille studente della bocconi a smentirmi ed a parlarmi di differenziazione dell’offerta, piazzamento del prodotto e mercati di riferimento, ma rimarrebbe un imbecille della bocconi e non cambierebbe la triste, frustrante situazione in cui mi trovo, ovvero una serata con due concerti per i quali venderei volentieri la ragazza che non ho (e questo non è un giudizio di merito sui gruppi, ma sulle ragazze) (ritratto subito, il mondo femminile è bellissimo ed io sono una persona sensibile e pronta ad ascoltare i tuoi problemi e le tue paranoie di ragazza moderna che sa cosa vuole ma non troppo, contattami pure in privato, ciao) a non molti km di distanza, due concerti che se fossi vissuto in emilia avrei visto comodamente in successione e muovendomi al massimo di cinque metri per raggiungere il bancone ed ordinare una birra. la vita è amara.

Annunci

Informazioni su paranoise

mi piace la musica di satana.
Questa voce è stata pubblicata in Emilia paranoise, live noia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a il mio karma che brucia costruendo un sacrario

  1. Davide ha detto:

    che poi Sagrario qui e' un nome da donna, capisci che spagnoli e satana hanno poco in comune. ehappena scarico qualcosa di piu' recente di dark side of the moon magari vi mando un articolo dalla legione straniera.tie'

  2. cratete ha detto:

    il Segu ci manda un articolo? diobono sì!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...