la storia di Gigi

che bello.ieri e ieri l’altro ho assistito ad una due giorni organizzata in onore di Gigi (che di cognome fa 9°) e questo mi ha permesso di scoprire un sacco di cose interessanti su di lui.

Gigi fa l’inchino per ringraziare il pubblico di aver assistito alla sua opera (Intolleranza 1960)

ad esempio dovete sapere che Gigi era molto pigro e aveva problemi di apprendimento percui aveva abbandonato gli studi al coservatorio di venezia ma tramite un suo amico bravo (Bruno) era riuscito ad imparare un sacco di cose che gli avevano permesso di farsi accettare le composizioni anche dai criticoni.
oltre a non essere un compositore Gigi non era neppure un tecnico.a differenza dei suoi compagni Karlheinz,Bruno e Luciano aveva sempre bisogno di aiuto e infatti Bruno lo aveva supportato anche in questo perchè alla fine si divertiva e spesso si faceva delle grandi sganassate quando Gigi combinava qualche casino allo studio di fonologia.
inoltre Gigi era sempre in ritardo rispetto ai suoi soci e quindi quando lui proponeva una composizione al pubblico gli altri ne avevano già fatta una simile qualche hanno prima.che peccato.infatti poi aveva anche litigato con Karlheinz per altri motivi ma mi sa che la vera ragione era legata più che altro a questo fatto.
ma allora perchè lui è stato ricordato e il suo amico Bruno (più bravo di lui) invece no?
la risposta è legata al fatto che Gigi quando componeva affrontava delle tematiche che si rivolgevano ai problemi del mondo e ai lavoratori sfruttati e alla sofferenza della guerra.il suo essere impegnato gli ha quindi permesso di raggiungere la fama e il rispetto di tutti.avrà anche sicuramente influito il fatto che era sposato con la figlia di Arnold che se ci pensate era un pò il capo della scena.

Gigi con sua moglie e il suo amico di sempre, Bruno

dopo aver imparato queste e moltre altre cose da Alvise,Ida e Veniero mi sono anche ascoltato un concerto con le sue musiche (perchè lui oramai poverino è morto) e devo dire che è stato un pò un decrescendo.
la prima canzone era molto bella (La fabbrica illuminata) anche perchè c’era una cantante brava e simpatica.
la seconda carina (Ricorda cosa ti hanno fatto in Auschwitz) che era anche bella però se ci pensi era una musica che usciva dalle casse sparse nella stanza ma avevano solo schiacciato play e poco altro infatti nessuno ha applaudito anche perchè non si capiva quando era la fine.
la terza così così (Musiche per Manzù) perchè era sempre musica fatta partire col computer che poi se dobbiamo dirla tutta Gigi al Manzù manco lo conosceva.
l’ultima non l’ho mica capita sai (…sofferte onde serene…) c’era pure il piano oltre ai “nastri” e teoricamente la musica dovrebbe rappresentare venezia però il pianista mi stava antipatico era un tipo troppo impostato infatti sono andato via che stavo perdendo il treno tanto avevo l’avevo già ascoltata alle prove generali e il brano non mi andava proprio giù.

ah è stata proprio una bella esperienza.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni sbagliate e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a la storia di Gigi

  1. il samoano ha detto:

    il pettegolezzo di arnold non lo sapevo mica! il nepotismo, il grande male che ha afflitto la musica contemporanea

  2. paranoise ha detto:

    musicanoiosa: CONTRO LA LINGUA ITALIANA.

  3. riccardone ha detto:

    e il peggio deve ancora arrivare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...