uh yeah, i’m the great pretender, uh-uh uh-uh.

giusto per farmi sbollire l’incazzatura per i mogwai al magnolia – riassunto: gruppo da sempre molto stimato, scaletta non soddisfacente, volumi risibili, gente che avrei visto bene nei dintorni di fukushima qualche mese fa -, solo parzialmente alleviata da raw power e cripple bastards la sera dopo al lo-fi, satana mi invia un paio di input che potrebbero rendere il mio autunno vagamente degno di essere vissuto.

se i brutal truth non vi piacciono, semplicemente non possiamo essere amici.
poi:
per quanto mi riguarda, per distacco, la migliore black metal band in circolazione su questo sasso alla deriva nell’universo. e sono vegani. e sono americani. chissà dove andremo a finire.
una piccola appendice per dire che di freddy mercury non mi importa assolutamente niente nonostante quando avevo più o meno sette anni comprai una sua cassetta. fu la prima cassetta che abbia mai avuto nella mia vita: conteneva the great pretender, time, living on my own e barcelona con montserrat caballè, credo fosse il millenovecentonovantadue. ero rimasto molto impressionato da un programma televisivo a lui dedicato su italia uno. poi sono cresciuto, lentamente e faticosamente, arrivando alla consapevolezza che i queen sono il gruppo più irritante della storia della musica e dovendo sempre abbozzare quando chiunque, perché i queen piacciono a chiunque, a queste mie asserzioni ribatteva stupefatto che “comeèpossibilechenontipiacciono” e “mafreddymercuryhalavocepiùbelladellastoria”, perché stanco di dover spiegare a chiunque il mio non condiviso punto di vista snob. soprattutto perché non c’era niente da spiegare.
in ogni caso oggi dovrebbe ricorrere un qualche anniversario, presumibilmente quello della nascita del signor bulsara – che avvenne a zanzibar e non so per quale esatto motivo la cosa mi ha sempre divertito, quasi come il fatto che george micheal è di origine cipriota. google ha cambiato homepage per l’occasione, facebook pullula di video dei queen, internet tutta allestisce omaggi pietosi ed a me continua a non fottere un cazzo.
Annunci

Informazioni su paranoise

mi piace la musica di satana.
Questa voce è stata pubblicata in gente morta, il black metal è morto, il black metal non è mai esistito, musica di satana, ricorrenze e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...