c’eravamo tanto amati

tra quarantatre minuti, che probabilmente saranno diventati molto meno quando pubblicherò questo aggiornamento, dati i tempi biblici della mia scrittura così ben cesellata e rifinita, i black sabbath si ritroveranno come le star a bere del whisky al roxy bar. no, non esattamente, e mentre i minuti sono già diventati quaranta mi preme puntualizzare che certamente si ritroveranno come le star, ma non al roxy bar, bensì al whisky a go-go – quindi in fin dei conti la cosa del whisky non era poi così campata in aria -ovvero il noto locale losangelino dove quarantuno anni fa fecero il loro esordio negli stati uniti di supporto ad alice cooper. già la dicitura “quarantuno anni fa” introduce quello che sarà il concetto chiave delle mie parole, concetto che i saint vitus avevano tempo fa (appunto) sintetizzato magnificamente: sono nato troppo tardi.

con “black sabbath” naturalmente intendevo i veri black sabbath, o quantomeno i gli unici veri black sabbath possibili dopo che l’unico dio che abbia mai avuto ragione di esistere ha lasciato prematuramente questo pianeta: tony iommi, geezer butler, bill ward, ozzy. tutto il resto non esiste. il motivo della simpatica rimpatriata costituisce presumibilmente il segreto peggio custodito della storia dopo quello sull’omosessualità di george michael, ovvero il fatto che i nostri, alla verde età media di sessantatre anni, si riuniranno un’altra volta, presumibilmente, come tutti, per pagare gli alimenti o più semplicemente perché sharon osbourne ha deciso così.  ora vi chiederete quale sia la mia opinione a riguardo. o, molto più verosimilmente, la cosa può tangervi come la crisi interessa a steve jobs. non perché sia ricco, ma perché è morto. in ogni caso, al fine di non risultare inconcludente, mi accingo a spiegarvi che la mia opinione è simile a quella di un comatoso riguardo al suo piano terapeutico – forse sto usando troppe similitudini, non vorrei confondervi. faranno dei concerti? faranno un disco? si sono semplicemente ritrovati per una birra ed hanno reputato importante farlo sapere al mondo attraverso una conferenza stampa? tra ormai non più di venti minuti sapremo. resta il fatto che, ça va sans dire, qualunque cosa succeda ai black sabbath con quella formazione mi vedrà attentamente seduto in prima fila, perché a quei quattro io voglio bene più di quanto ne voglia a mio padre, e probabilmente mi hanno insegnato molto più di quanto mi abbia insegnato mio padre. scusa, maurizio. possiamo poi parlare dell’amarezza di dover vedere i black sabbath fare questo genere di cose nel duemilaundici, opinare che un eventuale nuovo disco sarebbe anacronistico e che per tenerli insieme su un palco ci vorrebbe un’intero reparto geriatrico nel backstage, rimpiangere di essere stati troppo lontani anche solo dall’idea dei miei genitori di figliare per vedere, nel millenovecentosettanta, questo:

 

ma è davvero colpa nostra? probabilmente sì. perché siamo nati troppo tardi.

 

un altro motivo per cui siamo nati troppo tardi sono i codeine. anche loro riformati. ha senso tutto questo? non saprei, ma se inserite il tutto in questo contesto appare legittimo – lo sarebbe stato comunque, credo – celebrare con giubilo il ritorno dei padrini dello slo-core.

 

poi potrei anche sottoporvi i miei due centesimi sulla reunion dei nasum, un altro gruppo  che ha la colpa di avermi fatto diventare come sono come i due sopracitati, ma sono pronte le scaloppine ed ho fame. aggiungo soltanto che la morte di mieszko è l’unico motivo della storia che mi ha fatto dispiacere per una catastrofe naturale. al suo posto ci sarà il cantante dei rotten sound, ovvero la band che dei nasum si è sobbarcata l’eredità, ma immagino che non sia proprio la stessa cosa.

 

 

ah, il countdown sul sito dei black sabbath è giunto a zero. chissà quali matte, matte sorprese ci attendono.

Annunci

Informazioni su paranoise

mi piace la musica di satana.
Questa voce è stata pubblicata in a volte ritornano, amplificatori potentissimi, calci in faccia, eventi mondani, gente morta, informazioni completamente inutili, musica per presi male, reunion cheppalle e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...