Quarant’anni e ancora non abbiamo imparato un’altra canzone alla chitarra

Proprio oggi pensavo al fatto che le nostre timeline di twitter, le nostre home di facebook, i post che leggiamo in giro si stanno riducendo sempre di più a una brutta copia dell’aula magna dell’Università di Pavia, che ogni giorno celebra l’anniversario di qualche cazzo di parruccone, più o meno sepolto. Quindi oggi parliamo di un anniversario (in ritardo).

Una settimana fa, quarant’anni fa usciva il singolone per eccellenza. Che poi no, un “singolone per eccellenza” non dura otto minuti, eppure Stairway to Heaven è un pezzo memorabile che possiede quasi tutte le caratteristiche del singolone, prima fra tutte quella di piacere quasi a tutti per ragioni diversissime: chi ne ama l’intro, perché fa figo e non impegna come l’arpeggio di Under The Bridge; chi ne ama l’assolo fingendo da anni di saperlo suonare davanti ad amici bassisti; chi si azzarda a cantarla al karaoke dopo troppi shot di vodka. Il denominatore comune di queste tre ragioni scelte ad esempio, come si vede, implica la riproduzione personale del brano, la riproposizione in cameretta o sulla spiaggia, il cantare sopra Robert Plant come se fosse possibile mai, che al limite a Robert Plant ci puoi cantare di lato, mai sopra. E comunque sia, Stairway to Heaven non esiste realmente, è solo un parto della nostra memoria ad uso e consumo delle cover reali o potenziali da qui ad almeno un altro secolo. Io, per dire, prima di rimetterla nello stereo, ero assolutamente convinto che l’assolo facesse in un altro modo – non vi dico il disappunto del mio cavo orale-nasale nello scoprirlo.

Ma insomma, non ci metteremo ora a parlare di Stairway to Heaven e del perché sia un pezzone, non siamo mica un qualche vetusto forumaccio. Però, l’occasione per rimettere in giro questa cover stupefacente fatta con le mani sudate di un pazzo grassone che si vanta di suonare con le mani da 38 anni, no quella non la perdo proprio.

E ora ascoltatevi tutto IV* che è un discone allucinante, soprattutto questo pezzo qui che ci ha i baffoni e i favoriti.

*non il nuovo dei Dub Trio, che è bello pure quello, ma meno.

Annunci

Informazioni su pucci

no, non ho detto noglia.
Questa voce è stata pubblicata in anziani, chitarre, coverizzami questo, geni totali e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...