i soliti appunti su notizie non nuove e non interessanti argomentati in maniera pressapochista ma molto appassionata (lo giuro)

Son qui che c’è la neve fuori e uscire mi è difficoltoso, non ho molto da fare (a parte una valanga di piatti da lavare che accumulo dal 23 gennaio)(del 2008) e volevo quindi aggiornare la grande comunità di musicarompiballe con notizie e cose in generale che avevo stipato tra i miei segnalibri di firefox (sì, uso firefox, e sticazzi) e che metto qui che magari vi fa piacere.

  • a breve dovrebbe uscire il nuovo lavoro degli x-mary, che sono tremendamente bravissimi come già ho detto 2347982734892379429 mila volte, ed è strano perchè non aspetto l’uscita di un cd di chicchessia da non so quanti anni (sono diventato vecchio e arido, scusate). Intanto nell’attesa però ci sono 3 dischi scaricabili e ascoltabili sul loro bandcamp, e onestamente non mi perderei l’occasione di ascoltare o riascoltare pezzi quali “non sono una merda”, “stai scherzando con la droga”, “famiglia vaffanculo”, “i love discount”, “vado al mare”, e bo in realtà tutti val la pena perchè son tutti belli e se avete bisogno di altre giustificazioni beh allora siete degli scemi scriteriati e quindi potete anche andarvene a fare in culo.
  • esce il nuovo disco di edda, altro disco che aspetto parecchio, cosa ancor più strana passare dal fregarsene delle uscite a due in un colpo solo troppa carne al fuoco per le mie membra stanche non ci starò dietro e me ne dimenticherò sicuro.
  • Ho visto e rivisto parecchie volte questo video dei saluti da saturno, davvero notevole loro non li conoscevo ma difatti si sa che sono un fesso. Ve ne consiglio la visione, per altro questi video e gli altri di questa serie li fanno dei miei amici, che non mi hanno chiesto niente per postarlo qui (anche perchè sai che roba voi direte e in effetti è così). Musica “italiana” bella e intelligente poca ce n’è in giro e bisogna farla girare noi che siamo bravi perchè se ci affidiamo alle etichette e all’ambaradan mediatico stiamo freschi. Ecco il video: (EDIT: l’embed di questo video è stato eliminato per ottemperare a quel delirio ottuso chiamato Cookie Law. Se anche tu vuoi far sapere ai nostri legislatori che forse i blog di musica indipendente non sono come Google o Facebook o Apple o Gesucristo, firma la petizione al seguente link: http://bloccailcookie.org/ ) http://www.vimeo.com/35314284
  • Ultimamente sono completamente impazzito per la nuova musica dei popoli nomadi che si trovano nel deserto tra Niger e Mali (come già ho accennato da qualche parte). Per capirci sono i dischi usciti sotto la sublime frequencies, quelli dei vari volumi della serie “guitars from agadez”, l’unica “scena” anche se definirla così mi sembra decisamente riduttivo, diciamo l’unico “insieme” di musicisti che seguo con ardore e passione in questo momento (CHE PAROLONI VACCA BOIA). La loro storia è tremendamente affascinante, e io onestamente non sono veramente in grado di spiegarla in maniera corretta ed esasustiva. Comunque, per farla breve e venire in contro alle vostre capacità mentali, questa musica aveva un ruolo fondamentale nella ribellione per l’indipendenza delle tribù dei tuareg, ai quali non è stata assegnata una terra indipendente durante le spartizioni di territori dei colonialisti. Sintomatico e significativo per noi il fatto che fino a un paio d’anni fa lì le chitarre erano state proprio messe fuori legge in quanto “pericoloso” mezzo sovversivo. Ciancio alle bande però la cosa che stupisce di questi lavori è la musica, per le quali le definizioni si sono sprecate e alle quali non aggiungerò la mia, di cui però non posso che non (tripla negazione come se niente fosse) far notare la qualità e la freschezza che onestamente fatico a trovare in altri artisti al giorno d’oggi. Tanti sono i documentari e i video al riguardo dei vari Bombino, Group Inerane e tutti gli altri. Io ve ne posto un paio così tanto per, da cui partire e farvi un viaggione su youtube, questa esibizione a una radio americana o questa più semplice fatta nel deserto o questa dei group inerane tanto per non lasciare tutto in sospeso. Mi rendo conto di non aver spiegato niente ma volevo solo lanciare un sassolino, poi vedete voi se farlo cadere nello stagno o ritirarmelo in faccia.
  • dedico un altro punto sbagliando tutto per quanto riguarda l’organizzazione di questo post per sottolineare una cosa al riguardo del secondo punto. Ho sempre pensato che la teoria del “buon selvaggio” sia una minchiata, e ho sempre trovato che praticamente tutti i gruppi africani di quelli che vengono alle feste dell’unità insomma la solita roba ci siam capiti siano sì uno strumento di aggregazione e integrazione, però di “musicalmente” importante non ci ho mai trovato una mazza. Volevo sottolinearlo per chi non m conoscesse, non vado a fare corsi di ballo della taranta, non mi vesto con i maglioni dei peruviani e non compro mai i prodotti da agricoltura biologica perchè costano decisamente troppo per le mie tasche anche perchè di solito devo arrivare con almeno una trentina d’euro di budget al reparto superalcolici. Insomma, non sono sono “quel tipo di persona lì”, ci siamo capiti. L’unica mia mancanza è stata quella forse di frequentare troppo quel matto del commentone, redattore per altro di questo blogghettino, che mi ha subdolamente inculcato il piacere per la musica stranina, tutto questo per farmi allontanare dal metal e dalle birre, e per questo in realtà visto il mio stato precario di salute lo ringrazio.
  • Tanto rumore ha fatto la selezione dei migliori dischi italiani fatta da rolling stones. Le scelte effettuate sono abbastanza ridicole, cioè la maggior parte dei dischi scelti fa proprio ridere, e onestamente pensare a vasco rossi, ok d’annata e tutto, però come il miglior disco della musica italiana è proprio uno schifo come concetto. D’altra parte se guardate il nome dei giurati capite anche il perchè la selezione faccia schifo. D’altra parte Rolling stones ho smesso di comprarlo dal secondo numero perchè come rivista non è proprio granchè, le foto son belle eh ma cosa c’è scritto fa un pò pena. D’altra parte anche fare una rivista destinata alle grandi masse sulla musica pseudo “rock” non ha senso perchè la musica per le masse di quel tipo al giorno d’oggi non esiste. Rolling stones fa bene a fare queste cose per il suo bene. D’altra parte chissenefrega della selezione della musica di una rivista che parla di moda e tendenze. Quindi dopo un’attenta analisi facciamo come se questa classifica l’avesse fatta tv sorrisi e canzoni o la clerici alla prova del cuoco, mettiamoci un bel “chissenestrafotte” e mettiamola nell’archivio sotto “robaccia senza alcuna importanza” e bona lì.
  • Guardo spessissimo video test di chitarre e pedalini che non mi posso permettere, perchè sono stupido ma soprattutto perchè la cosa mi rilassa (non so perchè e non voglio indagare sulla cosa). Per caso sono capitato su questo favoloso video che mi faceva spaccare dalle risate e che volevo condividere con voi. Sicuramente rappresenta la morte della musica, ma mi fa ridere anche molto, un’accozzaglia di robe di cattivo gusto a tratti affascinante, mi chiedo quanto possa andare a fondo la stupidità umana, poichè a differenza dei rapper regazzini tremendi o robacce amatoriali, questa è roba per professionisti anche affermati, cioè mi chiedo quante ore e quante prove e quanti esercizi ci sono dietro tutto questo ambaradàn di robacce senza che nessuno dicesse “ma figa, ma che merda è?”. Resteremo per sempre con questo dubbio
  • sabato sempre il solito commentone mi ha proposto di andare a vedere il James Ferraro (video sotto), e dopo la mia prima reazione ho deciso che in realtà probabilmente andrò, poi magari vi dirò come sarà andata. Sempre che riesca a sopravvivere ai tatuaggi dei galeoni e alle magliette dei black flag sicuramente in sala.

ciao passate un buon febbraio e un buon san biagio. Mi raccomando fate giudizio e non lasciate le macchine parcheggiate fuori così aiutiamo i mezzi per spazzare la neve.

Annunci

Informazioni su ilsamoano

tu dici che è hardcore quando scleri più di Sgarbi, quando mi cacci la gomma come Barbie, ma arrivi tardi.
Questa voce è stata pubblicata in alcolici, alta montagna e musica nigga, chitarre, concerti con 20 persone, concerti noiosi, cose che nessuno voleva, cose che non conosco, cose lunghissime, etichette che hanno capito, geni totali, il samoano non capisce niente, musica italiana, musica noiosa, recensioni sbagliate e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...