oh ma che cazzo credi ma va che gli amplificatori giganti sono pur sempre alla base della mia vita

Non è che son qui sempre con sti bbeduini (per altro ci sono degli sviluppi sulle rivolte dei tuareg nel mali e nel niger, ma mi rendo conto che la cosa interessi solo a me)(cosa che si verifica solo perchè empaticamente legato con la musica dei popoli coinvolti, l’effetto di 26 quasi 27 anni QUASI 27 CAZZO COME SONO ANZIANO di televisione ha reso anche me un mostro dal cuore di pietra, proprio come TE) sono ancora quell’uomo tutto testosterone da birra media e magliette sgualcite dei “ma-mi-pare-che-quel-gruppo-abbia-fatto-solo-un-ep-come-cazzo-fa-quello-lì-ad-avere-la-maglietta” cit. che tanto piace MA A CHI PIACE A CHIIIIIIII dicevo PARLIAMO FINALMENTE DI RUOCKNRUOOOOOOOL VACCA BOIA in SOLO DUE PUNTI PENSA CHE ROBA:

1. il 24 aprile esce il nuovo disco dei Torche, idoloni totali da queste parti (ci sono degli articoli miei vecchi in questo blog ma li ho riletti e non mi piacciono molto quindi eviterei di linkarli). Comunque dicevo, quei seriosoni di pitchfork ci annunciano con sommo gaudio e letizia che c’è una canzone in pre download pre ascolto pre sticazzi da usufruire gratis insomma. La canzone inizia benino però mm bo forse non mi convince “vuoi vedere che stavolta fanno un disco che non mi esal…” e arriva il ritornello e ciao arrivederci partita finita game, set, match, fi,fi, fiiii, GAME OVER, K.O., ciao pep, CHIAMATE UN’AMBULANZA insomma vabbè ditelo che avete vinto tutto torche vi voglio bene ecco il mio cuore sarà per sempre con voi.

2. Volevo condividere con voi alcuni pensieri su Mark Lanegan. Ho sempre pensato che l’artista in questione fosse sempre stato poco valorizzato da canzoni un pò così nella sua carriera post-screaming trees, e che non ci sia mai stato un “mega disco” di Mark Lanegan che dici “figa che roba!”. Cioè son sempre stati dischi carini, le sue collaborazioni con QOTSA e con il Greg Dulli sono sempre notevoli, però mai nulla che faccia gridare al miracolo. Sintomatico che tra le canzoni dei Gutter Twins avrei infatti linkato questa cover, per l’appunto cover, perchè quella che mi era rimasta più in mente. Non so non capisco molte delle sue uscite e molti dei suoi pezzi.  Alcuni li adoro, altri li detesto. Il suo ultimo lavoro, blues funeral, uscito poco tempo fa, mi stava facendo dire OOOOH FINALMENTE UN BEL DISCACCIO DEL LANEGAN. Il primo pezzo è il singolone che mi va addirittura di embeddare perchè il video è anche molto bello. Gran pezzone, che valorizza a centomila il vocione apprezzato anche dalla signora cattabrini (aka mia madre) durante una sua intervista su radio pop (vi assicuro, mica roba da tutti i giorni). Il secondo pezzo del disco, Bleeding muddy water, è ancora più calzante per lui, un bluesaccio ripetitivo e ipnotico perfetto per camminare al freddo (io l’ho testato ed ho apprezzato parecchio) che mette la voce al centro e che spacca i culi insomma non sto qua a dire. Però figa, il disco poi mi si ammoscia, e dopo parte una mezza indieata senza senso, e altre robe dal ritmo troppo veloce o dagli arrangiamenti sbarazzini o elettronichini. A Mark Lanegan va fatto cantare di sesso, di morte, di disperazione, di robe vere con quella voce lì può dirti tutto quello che vuole, ma non bisogna mica fargli un disco con le batterie elettronichine o con i suoni di tasterina porco giuda dai! Cioè non è male in realtà non è una “merda”, ma neanche questo però purtroppo è un capolavoro cazzo. Peccato. Sapete, per esempio, dove un giovanissimo “me” aveva adorato il Lanegano? Qui perchè non lo fa un disco solo così? eddaje. Per altro questo video qua è una chicca mica da ridere, quando l’avevo ritrovata dopo anni dalla messa in onda su youtube ero impazzito. Per la cronaca, qui c’è un live e un’intervista notevole, se c’avete dei minuti da buttare secondo me non è male affatto.

Detto questo vi saluto, ciao baci commentate che ho bisogno di critiche e apprezzamenti in questo periodo della mia vita.

 

Annunci

Informazioni su ilsamoano

tu dici che è hardcore quando scleri più di Sgarbi, quando mi cacci la gomma come Barbie, ma arrivi tardi.
Questa voce è stata pubblicata in amplificatori potentissimi, anziani, canzoni giganti in amplificatori giganti, cose belle trovate a caso, il samoano non capisce niente, recensioni sbagliate e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a oh ma che cazzo credi ma va che gli amplificatori giganti sono pur sempre alla base della mia vita

  1. jaco ha detto:

    ciao, molto figo l’ultimo video.

  2. Pier ha detto:

    ciao alessandro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...