Si vabbè i dischi del 2012 a sto punto facciamoli nel 2014

Ma pensa te ma che cazzo vuoi oh siamo in ritardo sì, sì, siamo in ritardo ma non ce ne frega un cazzo. Ma che cazzo vuoi oh c’ho avuto da fare, non parliamo poi di quel depravato, scellerato, quella canaglia carogna maledetta di paranoise che in questo momento è a bere tequila in messico, che per altro l’ho pure accompagnato all’areoporto, PURE (SE MI HAI ROVINATO IL MIO ZAINO QUECHUA O COME SI SCRIVE TI ROVINO TI AVVISO). Comunque cosa vi aspettavate, questo blog è migliore di tanti altri  altri proprio perchè non si prende sul serio e non ci mettiamo in cattedra a dire “NOU NOU CHE DICI HO RAGIONE IO CHE SONO UN GRANDE BLOGGER PORCU DIGHEL” quindi siamo un pò come cassano, o la pizza al salame piccante, sfioriamo la delizia e l’eccezionale ma poi abbiamo anche i nostri lati negativi, che per entrambi i termini di paragone scelti si tratta di cagate fastidiose. Iniziato con il fioretto questo post comincio col dire che quest’anno ho sentito pochi dischi nuovi. Sono vecchio, stanco, annoiato, e soprattutto non c’ho cazzi di star dietro a tutto l’ambaradan musicale.  Quindi niente, quest’anno sarò poco utile rispetto ai miei standard, già infimi di per sè.

Però

Però alcuni di questi dischi duemiladodiciani mi sono piaciuti molto, e in un anno in cui non ho ricercato novità a tutti costi la cosa assume un peso ancora maggiore, quindi “pochi ma buoni”, anche se a dir la verità io sono quasi sempre più fan dell’espressione “tanti, ma cattivi” ma questa forse non è la sede adatta per tirare un pippone esagerato su un gioco di parole neanche troppo riuscito. Comunque niente, non sono in ordine,e  non chiedetemi neanche le foto dei dischi che tanto c’è google dai.

Swans, The seer

Discone, soprattutto perchè è una delle poche pochissime volte in cui c’è dell’avanguardia e allo stesso tempo c’è della produzione di qualità. Che bello quando c’è un disco strano e che “si sente bene”! Dai che bello! Dà un’idea di  “sinfonico”, di “grandezza”, “completezza” e altri aggettivi altisonanti tra virgolette. L’ho già detto discone? Ecco, la definizione più adatta probabilmente è: Discone. In tutti i sensi.

Dirty Projectors, Swing lo magellan.

Ci ho messo tanto a digerirlo, ce l’ho avuto lì per settimane senza cagarlo a dir la verità. E’ che i proiettori sporchi richiedono tempo e un pò di dedizione, ma sanno anche ripagare con grandi soddisfazioni. Mi piace che sia un disco di “canzoni” e non un concept o cosa come nel passato, e “Unto caesar” è forse il mio pezzo preferito del 2012. Questo pop brookliniano sghembo e bizzarretto che detto così dovrebbe farmi cagare in realtà mi piace proprio tanto, come solo in passato i talking heads sono riusciti a fare.

Tame Impala, Lonerism

Dicevamo di gruppi che dovrebbero farmi cagare. Eccoci qua. Si potrebbe includere nella categoria i sopracitati a se non fossero così barrettiani, così gustosamente sergentpeppersiani (scusate, adesso vado allo specchio e mi tiro un ceffone da solo) ma allo stesso tempo con quel filo low-fi alla moda insomma, dei ruffiani schifosi, dovrei detestarli eh ma invece sto disco mi piace. Che io stia invecchiando? Che non capisca più un cazzo? Quello già in gioventù in realtà. Quello prima mi piaceva anche eh, volevo dirlo, ma questo mi piace di più.

Spiritualized, Sweet heart, Sweet light

E adesso spiegatemi perchè cazzo nessuno, e dico nessuno, mi aveva mai nominato gli spiritualized. Li ho scoperti quest’anno cazzo, e nessuno mi aveva mai mai detto niente. Rumoracci, canzoni pop, robe orchestrali un pò matte, cioè queste son robe che mi piacciono! come facevate a non saperlo! Nessuno, mai un video su facebook, ma niente. Insomma anni e anni in ritardo li scopro, quest’ultimo è davvero bello, mi sono andato a riascoltare anche tutti gli altri, e regge alla grande il confronto con i vecchi dischi. Continuo a non capacitarmi del fatto che nessuno me ne abbia mai parlato. Ditemi perchè, perchè? Stronzi mi escludete sempre. Bellissimo comunque.

Dirty Three, Toward the low sun

Niente un dischetto buttato lì ma con una poesia dentro che non sto qua neanche a dire. Aneddoto simpatico: mi sono ricordato del concerto giù all’alcatraz alle undici del giorno stesso, ma quest’anno ho avuto un record penso inarrivabile in quanto a “concerti che volevo vedere ma che poi mi sono dimenticato e/o sono finiti i biglietti e quindi non ho visto” quindi di cosa mi stupisco. Questo è ed è stato il mio disco preferito per lavare i piatti, per cambiare le corde alle chitarre, per far la lavatrice, per addormentarmi, per cucinare e insomma, per me è bellissimo. Oh, per me.

Dinosaur Jr, Chocomel Daze

Qua baro peggio che Lance armstrong, infatti questo un disco nuovo non è, cioè è uscito adesso ma è un live dell’87 che però esce solo ora. Ho visto in giro che gli danno 4 o 3 in giro, però boh, il fascino di un bootleg pacco registrato in maniera pacco suonato in maniera pacco in un momento però d’oro per un gruppo a me affascina molto.  E quello che mi ha vinto definitivamente è stata in realtà la scaletta, Gargoyle, Tarpit, Raisans, Mountain men, Sludge feast insomma, è un live fatto dopo i miei 2 album preferiti dei dinosauri (del periodo pre-reunion) quindi per forza ci son tutte le canzoni che mi piacciono, che genio che sono. Scelgo questo invece del disco ufficiale di quest’anno, che in realtà mi piace anche parecchio, però boh per gli ultimi due avevo detto WUOAH! mentro di questo dico solo bello! ma forse perchè un pò me lo aspettavo, chissà. Il seguente video però non posso davvero non postarlo

Graveyard, Lights Out

A me, nonostante non lo voglia far vedere in giro, piacciono i deep purple, i led zeppelin, i mountain, gli mc5, (oltre ai sempre venerabili e indiscutibili Black Sabbath, ma questo penso lo sappiate già) insomma a me piace il rock’n’roll.  Cioè quel rockettone lì mi piace proprio TANTO. Niente ma proprio niente di nuovo si trova in questo disco, ma l’ho ascoltato di bestia, con grandissimo piacere. Non potevo non metterlo. Sti scandinavi, dagli hellacopters in poi, ci stanno dando dentro in quanto a rock vecchio stile nè?

Godspeed you! Black emperor, Allelujah! Don’t bend! Ascend!

avevamo bisogno di un altro disco dei dio veloce te impero nero, e non ha affatto tradito le attese. Non so bene che dire, se non che val la pena ascoltarlo.

Cody ChesnuTT, Landing on a hundred

Essendo che ho un debole per i dischi della motown e della stax questo disco non può non piacermi. Era stata un pò una meteora il buon cody, il suo disco nel lontano 2003 fa mi era piaciuto di bestia, un pò soul un pò lo-fi, e a parte il tormentone di anni fa pensavo non ci fosse più in giro a dir la verità. E invece fa sto dischetto soul che suona proprio come se fosse uscito negli anni 70, e però ha anche la qualità negli arrangiamenti e nella scrittura tipica di quegli anni. Questo qua l’ho inserito perchè più che altro lo sto sentendo negli ultimi due giorni, magari domani mi avrà stancato, però sticazzi insomma.

Menzione speciale: Zz top, la futura

Niente dai, il disco non è granchè in realtà, anzi, ma io li amo, cioè a sessant’anni fare questa roba qui  cioè macchine veloci, fighe, chitarrone fuzz, fighe “abbagasciate” (cit.) e un riff che è sempre quello lì ma che spacca sempre, cioè, che stile.

Non sono poi così pochi sti dischi in realtà! Comunque come potete notare non ci sono i converge, non ci sono i deftones, non ci sono i grizzly bear, non ci sono un sacco di altre robe. Per ora e sottolineo per ora questi sono i miei preferiti, scommetto che tra due giorni ascolterò a ripetizione quello di flying lotus o quello di david byrne e st. vincent, o tipo che ho da due giorni quello di ariel pink però oh, non si può avere tutto dalla vita.

Annunci

Informazioni su ilsamoano

tu dici che è hardcore quando scleri più di Sgarbi, quando mi cacci la gomma come Barbie, ma arrivi tardi.
Questa voce è stata pubblicata in recensioni sbagliate. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Si vabbè i dischi del 2012 a sto punto facciamoli nel 2014

  1. Pingback: Staying home to watch the nebbia | musicanoiosa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...