INCREDIBILE SGOOP MUSICANOIOSO partendo dallo sgoop di altri

In questa mattina freddissima in un agosto climaticamente perverso leggo che pare che i tame impala abbiano plagiato una canzone di un tizio argentino di cui non so niente ma che sicuramente è famosissimo in patria e facendo un tant’al chilo come fanno i giornalisti quelli bravi ipotizzo, partendo dai moltissimi dati in mio possesso (la sola immagine del disco che compare negli articoli sopracitati), che il cantante in questione sia una versione argentina di Miguel Bosè.

Ma io Samoano che c’ho l’orecchio fino, sentendo le due canzoni non posso non notare come il ritornello di entrambe assomiglino a una terza canzone per di più cronologicamente antecedente alle altre due (quindi tecnicamente ancora più SGOOP), una nota canzone italiana di uno degli artisti miei preferiti di quando avevo 5 anni, portatore di SWAG ante litteram nella penisola italica e azzardo anche padre morale di tutti i Bello Gu successivi, cioè il grande Rocky Roberts.

Ma andiamo per gradi ad analizzare i contributi filmati:

questo è il video dell scandalo che chiameremo sgoop numero 1:

le canzoni, si somigliano abbastanza (la linea melodica, per me, non è proprio uguale uguale ma vabbè chi sono io per non essere d’accordo con un video di youtube).

ma ecco lo SGOOP numero 2 aka SGOOP MUSICANOIOSO

Prescindendo dall’ultimissima parte in crescendo del ritornello, i due pezzi somigliano in maniera INCREDIBILE a SONOI TCHREMENDOI di Rocky Roberts!

e a dir la verità di questo pezzo non ho capito ancora cosa ma pure c’è qualcosa che assomiglia nella strofa alla canzone messo sotto processo, per chi non la conoscesse:

Detto questo, la mia iper-autorevolissima opinione al riguardo è  che i tame impala non abbiano copiato nessuno. Spesso si dice come “le note siano sette” per giustificare un plagio. Ma penso che questa sia un luogo comune fallace, in quanto tecnicamente i semitoni sono 12 nella musica occidentale, e tutte le ricombinazioni possibili di questi sono evidentemente un numero enorme, che riuscirei a ricavare se avessi ancora qualche nozione di statistica (e se non avessi in passato considerato questa materia una palla al cazzo). Il problema è che di queste combinazioni ce ne sono poche “piacevoli” all’orecchio umano, cosa semplice da pensare visto che somiglianze tra pezzi ce ne sono a bizzeffe. A dimostrazione di ciò c’è la musica dodecafonica, o altre speculazioni mentali novecentesche che appunto lasciano poco all’esperienza estetica del “bello” ma che sperimentano ricombinazioni tra note sicuramente inedite. Poi non sto qua a fare discorsi di antropologia ma è chiaro anche a un ascoltatore occasionale che le armonie usate per millenni nelle musiche  che non so come definire se non “popolari” sono sempre state più o meno le stesse. Quindi a parte parole in liberta in discorsi un pò troppo elevati per un povero imbecille come me, io su tutti questi sgoops li categorizzerei sotto la voce STICAZZI.

E i Tame Impala sono bravissimi, adesso che non vanno più tanto di moda posso dirlo anche con serenità.

Annunci

Informazioni su ilsamoano

tu dici che è hardcore quando scleri più di Sgarbi, quando mi cacci la gomma come Barbie, ma arrivi tardi.
Questa voce è stata pubblicata in andati a male, archeo-noia, cose che non conosco, e quindie?, il samoano non capisce niente, recensioni sbagliate, stranezze e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...