Archivi categoria: dischi 2014

duemilaquattordici.

ce l’avete insegnato voi che le immagini valgono più delle parole: tra vent’anni forse ricorderò run the jewels, clearing the path to ascend, primitive and deadly, dude incredible. chissà, forse benji. sembra che il mondo si sia accorto degli swans … Continua a leggere

Pubblicato in a volte ritornano, andati a male, anti crisi, cose che nessuno voleva, dischi 2014, figate, musica noiosa, nerdismi, recensioni sbagliate, vite buttate | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

due parole sui mastodon

i mastodon appartengono ormai a quel rango di gruppi per i quali ogni cosa detta e scritta è già stata detta e scritta – un buon modo di delegittimare in partenza quello che sto scrivendo -, a quella categoria di … Continua a leggere

Pubblicato in a volte ritornano, c'era una volta il post-qualcosa, calci in faccia, concerti noiosi, cose lunghissime, dischi 2014, informazioni completamente inutili, manate in faccia, metal is forever, musica di satana, recensioni sbagliate | Contrassegnato , , , , , , | 3 commenti

R O D O D A T T I L A: Valerian Swing VS Ben Frost

Una settimana fa è uscito il nuovo disco dei Valerian Swing: è bello, migliore del precedente secondo me, l’ha prodotto uno bravo, è stato registrato in un bel posto, eccetera, ma non è questo il punto. L’album si intitola A … Continua a leggere

Pubblicato in cose lunghissime, dischi 2014, emo98, recensioni sbagliate, rumoracci non random, rumoracci random | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Groma è una parola molto Shellac (Dude Incredible)

Voi sapete qualcosa di agrimensura? No, voi non sapete un cazzo di agrimensura. Io ne so qualcosa invece. Mensurae aguntur generibus tribus, per longitudinem et latitudinem et altitudinem. (Balbus, I-II d.C.) I dischi degli Shellac si dividono in un genere … Continua a leggere

Pubblicato in dischi 2014, disco dell'anno, recensioni sbagliate | Contrassegnato , , | 1 commento

Non tipo i Mogwai

Oggi sto ascoltando molta musica – anche per un progetto su Medium di cui poi vi parlerò. Quando mi è passato sotto il naso questo nuovo singolo dei Mogwai mi sono distratto un attimo e mi sono dimenticato che fossero i … Continua a leggere

Pubblicato in c'era una volta il post-qualcosa, dischi 2014 | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Zeitgeist settembre 2014: il pezzo dell’iPhone su X Factor

X Factor è il compleanno di una persona che non si sa mai se la tira troppo tardi per fare il bagno in mare e poi non mi piace molto l’abbinamento del profilo di Twitter che si chiama così. Non … Continua a leggere

Pubblicato in cose che nessuno voleva, dischi 2014, stare poco bene di testa, television rules the nation | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Earth, True Detective O.S.T.

(EDIT: questo post aveva diversi embed di Spotify, tutti eliminati per ottemperare a quel delirio ottuso chiamato Cookie Law. Se anche tu vuoi far sapere ai nostri legislatori che forse i blog di musica indipendente non sono come Google o Facebook … Continua a leggere

Pubblicato in a volte ritornano, acidi, calci in faccia, chitarre, dischi 2014, disco dell'anno, geni totali, il black metal è morto, manate in faccia, metal is forever, musica di satana, stare poco bene di testa | Contrassegnato , , , , , | 1 commento